Sottoscrivi: Feed RSS | Commenti RSS

Diano Marina – la passeggiata di fine dicembre

0 commenti
Diano Marina – la passeggiata di fine dicembre

Se c’è una cosa che mi piace, è guardare le facce affascinate dei turisti a passeggio sulla spiaggia, nelle calde giornate di fine dicembre qui in Liguria.
Devo però confessare, che anche se son pratica di queste bellezze, pure io non smetto di stupirmi.
Soprattutto se per due giorni la costa è stata flagellata da una “tempesta perfetta”, che è riuscita a mangiarsi tutta la spiaggia, lasciando noi a distanza di sicurezza, in ammirazione di tanta grandiosità, ma anche un po’ disturbati per la mancanza di sole e di azzurro.

Comunque, come nella migliore tradizione, il sole è tornato e noi tutti, pubblico di questo inverno (con le giornate che si iniziano già ad allungare),  siamo usciti di casa in massa, e, tipo lemmings, ci siamo diretti verso il mare, armati di tutto ciò che occorreva: macchine fotografica, palloni, rastrelli, secchielli e naturalmente cani.

Il fico è nudo a dicembre, ma è pure vero che se avesse le foglie non si vedrebbe CervoLigure laggiù sul fondo, quindi va bene, mi piace.
Ora cammino con passo ipoteticamente spedito lungo l’incompiuta, il mio obiettivo è arrivare ad Imperia, non è che ce ne abbia particolarmente voglia, ma ho sulla coscienza panettoni, pandori, arrosti con patate, cappelletti in brodo, e così tento un micro riequilibrio della mia linea (linea, quale linea?).
Non mi lamento (della camminata), con questa vista come potrei? Ma come al solito mi son vestita troppo.
Mi spoglio del superfluo, che poi era una giacca per andare in bici, comunque adesso son rimasta in maniche corte (a dicembre?!), che a raccontarlo non ci si crede.


Il mare non è proprio calmo, niente a che vedere con i giorni passati, però le onde si fanno letteralmente sentire. Quando si rompono è come se ruggissero, ma forse fa persino più impressione il risucchio, quel movimento di ritorno verso la posizione d’origine che trascina con sé tutto quel che trova, e a volte ti ruba persino il fiato dai polmoni.
Laggiù sul fondo intravedo Imperia, l’obiettivo è quasi raggiunto. Ancora qualche passo e poi si torna, confesso che ho pure fame, la faccenda della linea mi sa che dovrò rimandarla a data da destinarsi.


Il tipo con la tavola da surf, i ragazzini in bici, ognuno si diverte come meglio crede, ché la spiaggia è molto più flessibile nel periodo invernale.
Se però lo domandaste a me, io vi consiglierei la lettura di un libro, scoprirete (stupendovi), che persino le parole diventano più belle, davanti al nostro mare.
Liguria – Diano Marina 
La passeggiata di fine dicembre
 

Prenota qui la tua vacanza in Liguria

 

 

Testi e fotografie: paola (panzuta) faravelli

Pin It

Ai nostri lettori è piaciuto anche:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *