Sottoscrivi: Feed RSS | Commenti RSS

Golfo Dianese – le discese ardite e le risalite

1 commento
Golfo Dianese – le discese ardite e le risalite

E se vi proponessi un giretto in bici tra le nostre colline?
Che ci vuole, starete pensando voi.
Beh, tanto per cominciare una bicicletta, anzi una mtb, poi pantaloncini con il fondello (e credetemi se vi dico che sono fondamentali), maglietta, giacchino, occhiali, guanti e casco (mai senza).
Quindi un minimo di equilibrio e tanta voglia di pedalare (cosa che spesso è sottovalutata), attraverso percorsi favolosi, perché se la veduta è bella, allora la fatica si sente meno (non è vero, ma mi piace sempre crederci).


Salire su per le montagne (ma non si era detto colline?) partendo dal mare, e poi scendere a rotta di collo, seguendo la linea sussurrata di una vecchia mulattiera, o lungo strade che non esistevano prima che un gruppo di visionari amanti di questo sport decidessero di inventarle, disegnando percorsi impossibili tra le fasce, con gli ulivi a far da sponda, e le paurose rocce, certamente da domare, a volte anche da saltare, anzi droppare.  Sfidando il cronometro o la paura di finire in pasto (gluc) a quel “passaggio” che se lo guardi da sotto allora no, davvero, non lo farò mai.
Ma che quando alla fine ci riesci: queste sì son soddisfazioni. Perché è sempre bello scoprire di aver superato i propri limiti.
– Metti il peso indietro quando scendi e non frenare!
– Hai detto non frenare…?
E poi la natura che ti invade i cinque sensi, dai forza, manca poco per arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima, sulla croce del Pizzo magari.
Mai giunto prima…?
Vabbé, tipo mai, ma che importa? Tutto ciò che conta è essere quassù, per qualche minuto dominatori incontrastati dell’universo, e poi un’altra volta giù, passando su quella roccia: che ho paura, ma è solo un’impressione, no no no, ma che impressione? Ho proprio strizza.

Nel nostro golfo ci sono centinaia, (dite che ho esagerato?) molte decine di chilometri di percorsi unici dove grazie al clima mite si può girare tutto l’anno.
Strade adatte ad una ciclo passeggiata con i bimbi, e single track dove in questi giorni si sono allenati i Campioni Italiani di downhill, dei pazzi su due ruote, che fanno cose che a me impressionano anche solo a vederle.

Ammettiamolo, la mountain bike è uno sport faticoso, che ti toglie il fiato, in tutti i sensi e ti piega, a volte, ma il segreto è non lasciarsi spezzare, non arrendersi e continuare a pedalare su per quella montagna (ma non si era detto collina?!?!), ché solo così potrai vincere con l’onore delle armi contro l’avversario più pericoloso, più fetente, quello che quando vuole riesce a farti più male, solo così potrai vincere contro di te.

Informazioni per il noleggio di biciclette e i servizi navetta per le discese:
Emporio Bike di San Bartolomeo al Mare 0813/405009

Golfo Dianese – le discese ardite e le risalite
Liguria – Golfo Dianese

Prenota qui la tua vacanza in Liguria

 

 

Testi: paola a volte fifona faravelli
Fotografie: Nicola Ferrarese di Liguriainside

Pin It

Ai nostri lettori è piaciuto anche:

  1. Carlo says:

    Non ho parole per ringraziarti delle belle vedute e
    avermi fatto ritornare adolescente quando
    facevo lunghe passeggiate su quelle colline colorate
    dove l’odore del pino mediterraneo è padrone ciao

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *